Che noia la domenica

Ho quasi voglia di uno shottino…

… che poi “shottino”… Ma che sono tornato ad avere 15 anni? Che schifo…
Forse alla soglia dei 32 (cazzo, ho quasi 32 anni, come diamine è possibile?) sarebbe meglio farmi un Bellini (e si, se avessi prosecco e succo di pesche in casa, me ne berrei uno più che volentieri)

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Boh, esattamente poi non lo so cosa sia. Un periodo un po’ più delle palle, avrò il mestruo, non lo so.

Ogni tanto quasi ho il timore di ricadere nei vecchi atteggiamenti, di quando ero circondato dai casini. Ma la strada che ho fatto è troppa, mi sono lasciato quel periodo alle spalle e non ho intenzione di ricascarci. All’epoca ero un ragazzino fragile e infelice, ora; va beh, ora sono sempre piuttosto fragile e infelice, ma meno, mettiamola così.

Che poi,  mi rendo conto che sto recitando la parte. Lo faccio ormai da anni, il figliolo responsabile e premuroso, il lavoratore indefesso, l’amicone di tutti, la spalla su cui piangere. Regalo sorrisi a destra e sinistra, ma avrei solo voglia di esplodere, di gridare, di flagellare di mazzate chiunque mi si pari davanti; voglia di fare una strage, di annichilire tutti.  Ma non posso, ho addosso ‘sta maschera e non posso togliermela perché questo è l’unico modo che c’è per andare avanti.

Ho fatto veramente tanti, ma tanti sacrifici in questi ultimi anni. Cosa che se gli avessi fatti in altri tempi, a quest’ora probabilmente avrei già due lauree e un lavoro eccezionale. Ma amen, ora la situazione è questa e viviamola per come viene viene, senza più doversi per forza massacrare dentro se le cose non sono come le avrei desiderate; d’altronde si dice che si raccoglie ciò che si semina e se tanto mi da tanto, i frutti prima o poi dovrebbero arrivare. La questione è che poi invece mi giro e vedo gente “che ce l’ha fatta”.. Chi si sposa, chi ha un lavoro decente ed entrate proporzionate, chi sta cominciando a costruirsi un futuro e chi un futuro lo sta consolidando; ripeto, diamo tempo al tempo, ma il tempo mi sta sempre più sfuggendo dalle mani e tutto ciò mi atterrisce. Ho fatto scelte sbagliate, ho procrastinato e non ho saputo cogliere le giuste occasioni per un bel pezzo della mia vita, ma ora che non ho nulla da rimpiangermi, ora che sto dando il 150% di me stesso, da anni, perché non riesco a riscattarmi? Perché non ho ancora avuto modo di fare ammenda per gli errori che ho compiuto?

Boh, saranno solo seghe mentali di un periodo del cazzo.. Passerà anche questa!

Pubblicato in blog, diario, vita | Lascia un commento

PER LA SERIE

keep-calm-and-mai-na-gioia-is-the-new-black

Ma porco il cazzo malefico, non poteva venire a grandinare qui?!? Fanculo, SuperV, tutte bene ti vanno!

 

Pubblicato in diario, news, riflessioni | Lascia un commento

DETTO ZEN

“…Se vuoi raggiungere la serenità,
prendi la decisione di abbandonare tre cose:
il bisogno di controllare tutto,
la necessità di essere approvati
e il bisogno di giudicare gli altri…”

Che poi, in effetti, soprattutto per quanto riguarda la seconda, è stata un po’ la chiave di svolta degli ultimi anni: ho smesso di cercare di essere come gli altri mi volevano e capito che anche gli altri passano la vita a crogiolarsi nei loro casini. Amen

 

Pubblicato in blog, diario, pensieri | Lascia un commento

2012-2017

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica. (Rachel a Bruce Wayne – Batman Begins)

wp-1490737772959.jpg

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

HAPPINESS

15871500_1683618998329905_8493062459389293891_n

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

E LA RICARICA TIMME

Eccola lì! La coppia più bella del mondo! I coniugi Ognibene (che non gli auguro!)

n.d.r. ho iniziato a scrivere il post alle ore 9:36)

La Gent.ma Sig.ra è ‘na roba che, porca di quella pupazzola non fatela incazzare che vi tira due schiaffi che per darti il secondo ti deve andare a cercare su GoogleMaps, se non fai quello che ti dice, esattamente nel nano secondo in cui te lo dice, come minimo ti stacca le tibie e le usa per suonare il bongo; il suo “senti Enzo” su di me ha più o meno lo stesso effetto del suono delle unghie sulla lavagna.

Insomma, alla cara Signora un po’ di Vallium andrebbe più che bene.

Il marito è decisamente più pacato (strano che la parte dell’inacidita tocchi alla moglie, non succede mai) ma mi fa scassare perchè:

“Sendi guadda, mi fai una riccarica windeee e un timmee” Ha la strana tendenza ad aggiungere il suffisso “eeee” a tutte le parole..

(e intanto è arrivata “la strabica” e “Vittorio Puzzodimorte” Bella mattinata di merda!)

Pubblicato in Cartediem, Uncategorized | Lascia un commento